Views
1 year ago

Aloe Life Magazine 03

Aloe Life Magazine 03

FELICITÀ, GIOIA,

FELICITÀ, GIOIA, RAGIONEVOLEZZA, OTTIMISMO: QUESTI SENTIMENTI NON APPARTENGONO SOLO A NOI. SONO QUALCOSA CHE CONDIVIDIAMO CON ALTRE PERSONE. Praticare la gratitudine: • Chiediti dove ti trovi su una scala da molto pessimista a molto ottimista • Per 21 giorni, scrivi tre cose al giorno per le quali sei grato e perché • Pensate ai piccoli successi e alle persone che ti hanno aiutato a raggiungerli • Tieni un diario dei tuoi progressi • In che misura sei diventato ottimista? Il potere della connessione La felicità non è ciò che ti succede quando sei isolato. Tuttavia, questo non significa che le persone con più amici o persone estroverse siano più felici. La semplice azione di esprimere gioia o compassione può migliorare l’umore delle persone intorno a te. “I nostri cervelli sono progettati per essere connessi senza fili”, dice Achor. “Non solo elaboriamo ciò che accade nel mondo, ma lo elaboriamo insieme ad altre persone. Felicità, gioia, ragionevolezza, ottimismo: questi sentimenti non appartengono solo a noi. Sono qualcosa che condividiamo con altre persone”. Achor e la sua squadra sono stati in grado di confermare ciò che già sospettavano del potere della solidarietà. Le persone diventano più creative quando sono insieme a persone creative. Sono più divertenti in compagnia di quelle persone. Una persona introversa circondata da persone ancora più introverse si comporta come una persona estroversa in questo gruppo. I tratti caratteriali che consideriamo personale/ individuale sono infatti strettamente correlati a quelli di altre persone. “Se scansioni il mio cervello mentre sorriso, parti del mio cervello indicherebbero che sto sorridendo” dice Achor. “Se scansioni nuovamente il mio cervello e io non sorrido, ma guardo brevemente una foto di una persona che sorride, piccole parti del mio cervello inizieranno a reagire come se stessi sorridendo io stesso. Ma non sono io che sorrido, è la persona nella foto. Prima di poter controllare questa reazione, il mio cervello rilascia una sostanza chimica - chiamata dopamina - nel mio sistema mentre sto guardando la foto, questo aumenta la mia felicità e mi fa sorridere”. È vero che i sorrisi sono contagiosi, ma lo sono anche lo stress, la negatività e la paura. Proprio come il fumo passivo, lo stress passivo può avere un impatto negativo sulla salute. D’altra parte, il tuo ottimismo può rendere più ottimiste le persone intorno a te. In un esperimento, Achor e il suo team hanno selezionato persone che hanno espresso gioia, compassione e felicità ad alto livello e li hanno portati in un gruppo di persone con sintomi depressivi. I risultati sono stati notevoli. Le persone con sintomi depressivi hanno sorriso di più e sono diventate più ottimiste. Questo ha dimostrato che cercare di combattere l’infelicità o l’apatia è molto meno efficace che esporsi alla positività. Un’azione semplice come il sorriso quando si entra in una stanza può cambiare l’intera dinamica di una situazione. “Abbiamo esposto dei libri su come diventare felici nell’area dedicata a questo tema in una libreria”, ha detto Achor. “Ma la felicità che cerchi di crearti da solo è limitata. L’unico modo per vedere la grandezza del proprio potenziale di felicità è quello di entrare in contatto con altre persone. Decidere di risplendere insieme al posto di eclissare gli altri. Se lo fai, il tuo bilancio sarà migliore”. 24

Esercizio di connessione: • Sii il primo a sorridere quando ti trovi in una situazione di tensione e osserva come la situazione cambia dinamicamente. • Pensa a nuovi modi di lavorare con le persone e condividi il loro successo invece di competere con loro. • Cerca persone positive, divertenti e creative e osserva ciò che la loro compagnia scatena in te. Festeggia i piccoli successi e rendi questo l’anno migliore che tu abbia mai avuto Il tuo cervello riceve 11 milioni di informazioni ogni secondo della tua vita, ma può elaborare solo 40 informazioni al secondo. Secondo Achor, quando si cerca il negativo, la rabbia, il disagio e le minacce, si toglie capacità alla parte del cervello che si occupa di gratitudine, connessione e ottimismo. Fortunatamente, la tua lista di cose per cui sei grato ogni giorno, la focalizzazione sul lavoro di squadra e un maggiore impegno ti hanno già posto sulla strada di un ripensamento radicale. Tieni a mente i tuoi obiettivi, ma festeggia le piccole vittorie lungo il percorso. Hai percorso qualche chilometro in più, sei davvero riuscito a presentare la tua attività o hai creato un nuovo contatto? Concedi il merito che ti meriti. E, ancora più importante, non ricadere nel modo di pensare in cui si cerca il negativo attraverso le battute d’arresto. Sii grato, sii aperto agli altri e sorridi di più. Questo potrebbe essere il tuo anno migliore di sempre! TIENI A MENTE I TUOI OBIETTIVI, MA FESTEGGIA LE PICCOLE VITTORIE LUNGO IL PERCORSO... 25

CHit

Catalogo prodotti
Brochure «Primi passi per diventare Manager»
2018 © Tutti i diritti riservati. Informativa sulla privacy ǀ Impressum